Come mescolare le carte dei Tarocchi

Come mescolare le carte dei Tarocchi

Come mescolare le carte dei Tarocchi

Dopo aver eseguito il rito per consacrare il mazzo, vediamo come mescolare le carte dei Tarocchi poiché per una corretta lettura e interpretazione delle carte è opportuno rispettare alcune semplici regole. Vi consigliamo di fare un segno sul dorso di ogni singolo Arcano al fine di poter distinguere il verso “diritto” dal “rovescio” soprattutto per gli arcani minori poiché raffigurano delle immagini asimmetriche. E’ importante premettere che gli Arcani hanno due significati a seconda del verso in cui vengono pescate (per una corretta spiegazione dei vari significati rimandiamo alle pagine dei singoli Arcani).

Il mazzo va mescolato per 7 volte e tagliato in due mazzetti separati che rappresentano la situazione presente e la successiva evoluzione, successivamente va rimescolato, invertendo l’ordine dei due mazzetti. Il silenzio dovrà essere assoluto per permettere all’aspirante cartomante di concentrarsi sia sul nome e la data di nascita del consultante e sia sulla domanda posta.

Ora si procede all’estrazione degli Arcani.

È importante, soprattutto per chi è alle prime esperienze che il piano di lettura dei tarocchi sia sempre lo stesso e nel medesimo luogo dove si è consacrato il mazzo, questo faciliterà la lettura e aumenterà la concentrazione fondamentale per rendere sempre più profondo il legame con gli Arcani.

Successivamente si procedere all’estrazione delle carte ponendole sul piano del tavolo, seguendo sempre un senso orario che rappresenta l’ordine naturale che ha sconfitto il kaos.

Nel prossimo articolo descriveremo gli Arcani Maggiori e Minori

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *